Tutto è stampato

I’ll print it, And shame the fools. (Alexander Pope)
| Alessandro Casti |

Tutto è stampato.

In un’era Plurals dove sembra padroneggiare indiscussa la virtualità e la user experience digitale, spesso il mondo liquido è costretto a incontrare il concreto.
La stampa funzionale per l’usabilità di base: le lettere impresse sui tasti di una tastiera, l’indicazione power sulla smart-tv, il logo degli smartphone, la personalizzazione della carta di credito e di tutte le carte fedeltà a cui accedere con le App, i QR da fotografare sui prodotti per raggiungere la landing page volute dai produttori.

Tutto è marketing.

La stampa decorativa per conferire potenzialità al brand: la possibilità di soddisfare le richieste dei consumatori con una scelta più ampia, design di prodotto che permettano campagne creative, l’esclusività conferita ad un prodotto il cui dettaglio può essere personalizzato direttamente dall’utente finale.
L’alba di una nuova era per la stampa, un sodalizio che ogni giorno sembra incastrarsi sempre di più tra il direct to shape e la stampa 3D: oggetti unici on demand ed una personalizzazione individuale.
E la straordinaria LabelSaver di OPM che combina la robotica e la tecnologia VersaPass di Memjet per creare una stampante semovent per rendere possibile una produzione senza etichette.
Tutto tende a soddisfare il bisogno di esclusività perchè il prodotto personalizzato attira; incentiva l’acquisto anche sull’eCommerce. Perchè interagire con i clienti vuol dire conoscerli meglio: profilare per scoprire i trand dei gusti e delle preferenze.
Perchè non importa cosa facciamo con un oggetto, ma solo quanto percepiamo che questo sia nostro.

Tutto è stampato, tutto è marketing.


Gli articoli di qusta categoria
sono usciti in stampa sulle riviste

Trascurabile è un blog aggiornato in modo non continuativo.
© Copyright ACD srl tutti i diritti riservati
P.I. 03317920043 - REA CN280712
Cap. Soc. i.v. 12.000,00 €
regole per l'utilizzo e privacy
cookie

made with ❤️ in ACD