Cosa fare quando hai troppa scelta

Avete presente la sensazione spiazzante di quando vi trovate in una pizzeria e vi portano un menù con 8 pagine di pizze?

Di solito ci sono due tipi di persone: chi rinuncia alla lettura del menù e ordina la “solita pizza” e chi coraggiosamente intraprende la lettura. Dopo pagine e pagine di elenchi di pizze arriva finalmente il momento della scelta, spesso tra indecisioni e ripensamenti.

Alla fine quale tra i due clienti è il più soddisfatto?

In effetti nessuno dei due: il primo perchè alla fine ha scelto qualcosa che conosceva già, senza elementi memorabili di novità e interesse; il secondo perchè inconsciamente si chiederà se ha fatto la scelta giusta e se avrebbe potuto avere di meglio.

Questo esempio richiama quanto teorizzato da Berry Schwartz nel suo libro “The Paradox of Choice” e che può essere banalmente riassunto così: maggiori sono le possibilità di scelta, maggiori sono le possibilità di rimpianto. Secondo Schwartz esiste un “numero critico” di possibilità, che è in parte soggettivo, oltre il quale scegliere non è più un piacere ma al contrario uno stress.

Quando scegliamo i contenuti da proporre al nostro cliente, sia che siamo proprietari di una pizzeria che di qualsiasi genere di azienda, dobbiamo sempre valutare quanto stiamo rendendo facile la scelta al nostro cliente.

Naturalmente non è solo il numero di prodotti che offriamo a fare la differenza, ma entrano in gioco molti fattori, dall’architettura delle informazioni alla user experience offerta.

L’importante è chiedersi: il nostro cliente ha avuto un’esperienza positiva con noi o si sta chiedendo se avrebbe potuto avere di meglio?


Gli articoli di qusta categoria
sono usciti in stampa sulle riviste

Trascurabile è un blog aggiornato in modo non continuativo.
© Copyright ACD srl tutti i diritti riservati
P.I. 03317920043 - REA CN280712
Cap. Soc. i.v. 12.000,00 €
regole per l'utilizzo e privacy
cookie

made with ❤️ in ACD